SEO BIRDLIFE

Come fare in modo che ogni ulivo abbia di nuovo il suo barbagianni

“Solo in Andalusia, ci sono un milione e mezzo di ettari dedicati all’olivicoltura. È uno dei paesaggi più caratteristici del Mediterraneo e della Spagna, un tipo di coltura che storicamente ha offerto un rendimento economico consentendo contemporaneamente di mantenere una grande ricchezza di fauna selvatica. Il noto detto popolare “ogni barbagianni al suo ulivo” indica la conoscenza popolare di una realtà rurale: l’oliveto tradizionale era un ricco sistema agroforestale dove trovavano habitat tutte le specie, tra cui rapaci notturni come il barbagianni.

Attualmente, in molti luoghi non è così. L’intensificazione della coltivazione, stimolata decenni fa dalle politiche agricole europee, ha impoverito il ricco patrimonio dell’oliveto che avevamo ereditato dopo secoli di gestione sostenibile.

Questo è quanto spiega il seguente video, realizzato dalla giornalista Caty Arévalo per EfeVerde e che dà eco a una delle ultime iniziative di SEO/BirdLife. Si tratta del progetto “Olivares Vivos”, che mira a restituire all’oliveto la sua ricchezza naturale e contemporaneamente ottenere una maggiore redditività per la coltura, promuovendo un “marchio” di qualità per quei prodotti dell’olivo generati con criteri di sostenibilità e rispetto per la natura. Si tratta di restituire redditività all’oliveto e l’orgoglio di essere olivicoltori a coloro che vivono di questa coltura.

“La maggiore crisi di biodiversità negli oliveti tradizionali è stata correlata all’ingresso della Spagna nella PAC, alla fine degli anni ’80 ed è stata provocata principalmente dall’intensificazione della coltivazione e dall’eliminazione sistematica della vegetazione naturale che conviveva con gli ulivi in siepi, argini, canali e torrenti o qualsiasi superficie non produttiva dell’oliveto”, spiega José Eugenio Gutiérrez, delegato territoriale di SEO/BirdLife in Andalusia.

Queste aree, che funzionavano nella coltivazione come aree di compensazione ecologica, consentivano la coesistenza di un oliveto produttivo con una notevole biodiversità. La distruzione della maggior parte di questi elementi, in quanto si trovavano in zone improduttive, non aveva alcun fine agronomico, ma piuttosto rispondeva a una sorta di “febbre olivicola” scatenata da una politica agricola che ha raddoppiato il prezzo dell’olio da un anno all’altro. Si è così formata una nuova cultura olivicola in cui bisognava ottenere la massima produzione possibile, senza risparmiare input e dove tutto ciò che non produceva olive era superfluo nell’oliveto. Bisognava “pulire il campo”, si pensava.

Questo ha avuto le sue conseguenze. Solo per quanto riguarda gli uccelli, i monitoraggi di SEO/BirdLife dalla fine degli anni ’90 hanno rivelato un drammatico calo delle popolazioni di specie emblematiche dell’est andaluso. “Alcune, come il verdone o il cardellino, sono diminuite fino al 70%, e ci sono rapaci notturni, come il barbagianni, le cui popolazioni sono diminuite del 40% nell’ultima decade”, riporta l’agenzia Efe.

Diversificare l’oliveto e ripristinare la biodiversità a partire dal recupero di questi elementi nel contesto attuale, dove la sovrapproduzione è ora un problema, non dovrebbe essere un compito complicato. L’impossibilità di recuperare il prezzo dell’olio e la mancanza di redditività delle formule meramente produttive spingono il settore a cercare formule differenzianti che cercano la redditività attraverso un marchio legato alla qualità del prodotto e al rispetto dell’ambiente.”

Menú

CONÓCENOS

La Sociedad Española de Ornitología es la entidad conservacionista decana de España. Desde 1954, sigue teniendo como misión conservar la biodiversidad, con la participación e implicación de la sociedad, siempre con las aves como bandera.

SEO/BirdLife es la representante en España de BirdLife International, una federación que agrupa a las asociaciones dedicadas a la conservación de las aves y sus hábitats en todo el mundo, con representación en más de 100 países y más de 13 millones de socios.

Es el socio coordinador del LIFE Olivares Vivos+.